I luoghi


BONAGIA
Bonagia è una piccola località balneare a pochi chilometri da Trapani, caratterizzata dalla presenza di una tonnara risalente al XVII secolo. Bonagia è famosa nella zona per l’ottima cucina a base di pesce, e per lo splendido specchio di mare su cui si affaccia, dotata anche di un piccolo porto con pontili galleggianti per l’attracco da diporto.

SAN VITO LO CAPO
Località balneare rinomata per la sua splendita spiaggia è stata sede di una delle più antiche tonnare siciliane. Il clima mite ne favorisce la lunga frequentazione (da maggio ad ottobre) con l’appuntamento di settembre del Cous Cous Fest, gara gastronomica con degustazione del celebre piatto trapanese.

SCOPELLO e la riserva dello ZINGARO
Località turistica rinomata, Scopello è famosa per la tonnara (oggi in disuso) e per i caratteristici faraglioni posti a margine della Riserva Naturale dello Zingaro: 7 chilometri di costa rocciosa su un mare limpidissimo, folta di vegetazione mediterranea e di splendide calette e spiagge.

Isole EGADI
L’arcipelago è formato dall’isola di Favignana, caratterizzata da spiagge e calette davvero suggestive, dall’isola di Levanzo, con i graffiti della grotta dei Genovesi e l’isola di Marettimo con stupefacenti fondali marini. Tra maggio e giugno si svolge il rito della mattanza, la famosa pesca del tonno.

ERICE
Cittadina medioevale situata sull’omonimo monte, in antichità fu centro religioso degli Elemi, Fenici e Romani. Le strade lastricate di pietra si fondono con splendidi monumenti come la Chiesa Matrice ed il Campanile (XIV sec.) ed il il Castello Medievale (XII-XIII sec.). Dal 1963 vi è la sede del Centro studi “Ettore Majorana”.

TRAPANI
Antica città sicano-punica, divenne importante porto commerciale con i Fenici (VIII sec. a.C.), anche per la produzione del sale (sistema di vasche denominate Saline, oggi Riserva Naturale). L’artigianato religioso (dal ’500) produsse capolavori con l’uso del corallo, religiosità che culmina nella Procesione dei Misteri del Venerdì Santo.

MOZIA
La piccola isola, situata nello Stagnone di Marsala, è stata la più importante colonia fenicia della Sicilia, fondata nel VIII secolo a.C. Nell’ottocento il magnate Giuseppe Whitaker raccolse numerosi reperti archeologici (visibili nel Museo Whitaker) tra cui il famoso “Giovane di Mozia”.

MARSALA
Fondata nel 397 a.C. dai Fenici, dagli arabi prende il nome attuale (Marsah el Alì). Resa famosa dalla produzione del vino Marsala diffuso dalle famiglie Woodhouse, Ingham e Florio. Adiacente alla città è stato costituito il Parco Archeologico di Lilibeo, con la celebre Nave Punica ed i mosaici di epoca romana.

SEGESTA
Città sacra fondata dagli Elemi (antichissimo popolo sicano-anatolico) famosa per due splendide opere: il Tempio dorico (460 a.C.) che sorge in un suggestivo scenario naturalistico, ed il Teatro greco (409 a.C.) che ospita in estate la stagione teatrale di spattacoli classici, da cui si può godere il panorama delle campagne trapanesi.

SELINUNTE
Fondata nel corso del VII secolo a.C. da coloni Dori, il nome deriva dal greco Selinon (prezzemolo selvatico). Il parco archeologico è suddiviso in tre zone: la zona dei Templi Orientali, dell’Acropoli e del Santuario. Oltre il fiume Selino, è sita la città più antica mentre in località Gaggera è visibile il Santuario della Melaphoras.

© 2002-2015 Copyright RESIDENCE TAMAREA BONAGIA TRAPANI | Powered by Dandelion Theme
Questo sito utilizza i cookie. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. More Info | Close